MESESPORT NOVEMBRE 2011 PDF Stampa E-mail
Scritto da Corrado Bagella   
Lunedì 07 Novembre 2011 08:10

MESESPORT NOVEMBRE 2011

 


Annata difficile per la Consumit Libertas T.T. Siena, quella appena cominciata, che vede le due squadre di vertice ai nastri di partenza dei campionati di A/2 maschile e femminile. Infatti, oltre alle “solite” difficoltà di ordine congiunturale, oramai consolidate, altre se ne sono aggiunte, a seguito delle decisioni assunte dalla Commissione Nazionale Campionati, in sede di formazione dei gironi. E così, in maniera del tutto sibillina, la formazione maschile è stata inserita nel girone Nord, mentre quella femminile è finita in un “concentramento” con le compagini di Torino, Genova, Roma, Sterilgarda e Bagnolo (MN): tanto per gradire !!

Per meglio comprendere queste ulteriori difficoltà, basta scorrere le classifiche individuali nazionali e si vedrà che ai primi posti figurano atleti italiani e stranieri militanti in squadre del nord. Stessa sorte per le ragazze, che dovranno affrontare giocatrici che gravitano nel giro della nazionale.

Obiettivo salvezza, dunque, per entrambe le squadre, nella consapevolezza che si dovrà lottare duramente per conquistarla.

Dopo le prime due giornate di campionato, il team maschile, formato da Fatai Adeyemo, Rocco Conciauro e Nikolay Boyadzhiev sembra aver imboccato la strada giusta, con il pareggio esterno a Ravenna e la vittoria casalinga contro la forte compagine di Terzuolo. Ancora una volta  protagonista di tali risultati è stato il capitano Fatai Adeyemo, che ha vinto i quattro incontri disputati, facendo vittime illustri, quali Tatulli Frizzo di Ravenna, Nasi Simone di Verzuolo e gli stranieri Mitranescu e Geanta entrambi romeni. Ottimi, peraltro, i risultati ottenuti da Rocco Conciauro, che sembra abbia superato finalmente alcune situazioni psicologiche, che ne bloccarono il rendimento  l’anno scorso. Complessivamente buono l’esordio in prima squadra di Nikolay Boyadzhiev, il quale, oltre a seguire in prima persona il vivaio del C.A.S. Coni, continuando così ad operare nel settore giovanile, si impegna come giocatore titolare della A/2, non disdegnando di raccogliere punti preziosi: e Mitranescu ne sa qualcosa.

Tre punti costituiscono, finora, il bottino raccolto dal team maschile per un insperato, momentaneo secondo posto in classifica, dietro la Libertas Verres.               .

Più irto di ostacoli, invece, il cammino delle ragazze senesi, che hanno conquistato un importante pareggio contro la formazione del Castello Roma, mentre hanno dovuto soccombere nei confronti del Torino e della Bagnolese (MN).

Maria Rita Pilloni, new entry nelle fila senesi, che ha ripreso quest’anno a giocare con rinnovato entusiasmo dopo la recente maternità, ha già fatto intravvedere le sue potenzialità, con un punteggio parziale di tre partite vinte e tre perse (una di queste subita dalla cinese Tian Jin di Torino, naturalizzata italiana e, fino all’anno scorso, titolare della maglia azzurra della nazionale). Alla luce di quanto visto nel primo concentramento, comunque, non è utopia ipotizzare per la ragazza senese una sollecita risalita di numerose posizioni del ranking nazionale, fino a tornare fra le prime categorie.

Buone le prestazioni offerte da Eleonora Francini, che ha supplito con il suo indomito carattere alle condizioni fisiche ancora non certamente perfette, ma che, ne siamo sicuri, non potranno far altro che migliorare, al fine di tornare ad adeguati livelli di competitività.

Partenza un po’ in sordina, infine, per il giovane talento Giada Ferri, che, dal punto di vista emotivo, ha pagato lo scotto dell’esordio in serie A. Dalle sconfitte subite, comunque, Giada Ferri ha tratto importanti insegnamenti, che ha messo immediatamente in pratica nei due successivi impegni agonistici (tornei nazionali di Firenze e Terni), dove ha conquistato due brillantissimi secondi posti. Ma soprattutto, quel che più conta, Giada ha messo in riga alcune atlete che gravitano nel giro della nazionale giovanile e che troverà di nuovo di fronte in campionato. E se dovesse esprimersi ai livelli raggiunti nei suddetti tornei, allora sì che la salvezza della Consumit Libertas sarebbe concretamente realizzata.

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 07 Novembre 2011 09:38