MESESPORT FEBBRAIO 2011

 

 

 

 

Concluso il girone di andata, è tempo di bilanci per le squadre della CONSUM.IT Libertas, bilanci che presentano luci ed ombre. I risultati sin qui ottenuti, infatti, parlano chiaro: bene la formazione maschile di A/2, malgrado le notevoli traversie incontrate nel suo percorso; meno bene, purtroppo, il team che partecipa al campionato di A/1 femminile.

E cominciamo, allora, proprio da quest’ultima realtà, la squadra che da oltre cinque anni rappresenta la punta di diamante del movimento pongistico cittadino e che occupa stabilmente un posto di vertice nelle classifiche nazionali. Malauguratamente, le preoccupazioni manifestate all’inizio dei campionati, si sono puntualmente avverate e la CONSUM.IT occupa attualmente il penultimo posto in classifica, a due punti dal Novara (e due sono le retrocessioni in A/2).

La situazione economica della Libertas T.T. Siena, decisamente compromessa dalla consistente riduzione delle sponsorizzazioni, ha prodotto importanti ridimensionamenti del budget, fronteggiati innanzitutto con abbattimenti dei costi del parco giocatori. Via quindi la cino-canadese Zhang Mo (la migliore giocatrice che abbia mai militato fra le fila senesi), con i gravosi impegni connessi al suo contratto, si è data fiducia alla giovane nigeriana Ganiat Ogundele, titolare fissa della nazionale del suo paese. Però, malgrado le forti motivazioni e la volontà di affermarsi in terra straniera, l’atleta si è trovata a dover affrontare fin dall’inizio le difficoltà connesse al nuovo ambiente, alla lingua italiana che non conosce ed alle nuove metodiche di allenamento, il tutto con negative ripercussioni sul suo rendimento agonistico. Per fortuna, queste iniziali difficoltà sono state pian piano superate, tant’è che i risultati ottenuti nelle due ultime giornate del girone di andata (vittorie sulla Turrini e sulla Scardigno, rispettivamente n° 13 e n° 19 del ranking nazionale) , hanno ridato fiducia e morale a lei, in primis, ma anche a tutto l’ambiente CONSUM.IT Libertas. E questo depone favorevolmente per il prosieguo del campionato.

Chi, invece, ha rappresentato una piacevolissima sorpresa, è stata l’israeliana Dana Saporta, che ha fatto tesoro dell’esperienza negativa dell’anno scorso, e si è presentata al via del torneo in brillanti condizioni di forma. Con i tanti significativi “positivi” ottenuti contro titolate atlete avversarie, quali la slovacca Dzelinska, la triestina Carli, la novarese Brzan e le suddette Turrini e Scardigno, Dana è diventata decisamente la numero uno della CONSUM.IT e scende ora in campo con l’intento di giocarsela alla pari con tutte (salvo, forse, contro le giocatrici cinesi, nei confronti delle quali nutre ancora un certo timore reverenziale). Ma attenzione, perché, nel periodo festivo di Natale e Capodanno, Dana è tornata in Israele ad allenarsi con il Tecnico della Nazionale e notizie provenienti dal suo “entourage” la danno in ottima forma. E chissà che, una volta tornata a Siena ed immersa nel clima del campionato, non crei seri grattacapi anche alle avversarie di pelle gialla !!

Non all’altezza della sua fama, invece, si è – per ora - dimostrata la romana Monia Franchi, più volte in passato titolare della Nazionale giovanile, la quale ha collezionato diverse sconfitte, alcune rimediate proprio al quinto set, a dimostrazione che, con un pizzico di fortuna in più, anche lei potrà portare il suo contributo per salvare le sorti della formazione CONSUM.IT Siena.

Abbiamo già detto che la squadra senese è attualmente penultima in classifica, ma non tutto è perduto!! Alla luce dei risultati conquistati nelle due ultime partite di andata, infatti, il sorriso è tornato a rifiorire in casa CONSUM.IT Libertas e la speranza di conseguire, anche quest’anno, la salvezza non è del tutto svanita.

In campo maschile, la squadra di A/2 era stata opportunamente potenziata con l’inserimento del palermitano Conciauro, con l’ambizioso obiettivo di disputare un campionato di vertice. Purtroppo però, l’incidente stradale in cui il capitano Fatai Adeyemo ha riportato la lussazione della spalla destra, ha procurato conseguenze più serie del previsto, con l’immobilizzazione dell’arto per un mese, un ciclo di fisioterapia prolungato ed una ripresa dell’attività molto più lenta, per il persistente dolore. Ed ecco quindi che, malgrado l’impegno profuso da Rocco Conciauro e Francesco Amidei, la formazione così rimaneggiata ha subito alcune sconfitte nella fase iniziale del torneo (Marcozzi Cagliari, San Giustino Umbro e CRAL Comune di Roma), che hanno ridimensionato le ambizioni della CONSUM.IT Libertas Siena, fino a relegarla al quarto posto attuale.

Nel girone di ritorno, però, certamente la formazione senese si ripresenterà in campo con la consueta competitività e potrà togliersi quelle soddisfazioni, precluse finora dalla sfortuna. La piena efficienza di Adeyemo porterà la necessaria tranquillità ai compagni di squadra, i quali potranno affrontare gli avversari, non più con l’assillo del risultato a tutti i costi, ma con la consapevolezza di poter recitare un ruolo finalmente consono al proprio valore.

Per completare il quadro dell’attività agonistica della Libertas, meritano una citazione particolare le formazioni di B femminile e di C/2 maschile. Le atlete Eleonora Francini, Giada Ferri e Alessia Morocutti hanno finora interpretato alla grande il loro ruolo di “outsider” in serie B e, a tre quarti del percorso, occupano il terzo posto in classifica.

Le due formazioni maschili che giocano in C/2, infine, perseguono obiettivi diametralmente opposti: la prima (Nikolay Boyadzhiev, Alessandro Cerretti, Massimo Ferri e Stefano Germanese) sta dominando il girone B a punteggio pieno, a dimostrazione di una netta superiorità tecnica, e, quasi a voler ribadire quanto immeritata sia stata la retrocessione dell’anno scorso, vola sicura verso la promozione in serie C.

La seconda (Claudio Doldo, Francesco Cosci, Francesco Lorenzini e Lorenzo Lippi), invece, sta lottando duramente, per uscire dalla attuale, scomoda e pericolosa posizione di bassa classifica.